Loverboy. ( il sottobosco, della prostituzione in Germania. )

Il termine Loverboy, sta a indicare persone che adescano ragazze, per destinarle alla prostituzione.

L’Olanda dal 2009 si è munita di una legge per combattere il fenomeno dei Loverboy. Le stime olandesi parlano di 1500 casi l’anno.

Sebbene Loverboys usino rapimenti, torture, stupri di gruppo, e altri metodi intimidatori e coercitivi sulle vittime, il politico olandese Jamila Yahyaoui riporta che a partire dal 2009 solo in cinque casi sono stati condannati, ma solo perché le ragazze erano minorenni.

Definizione di tratta di esseri umani:

Secondo  all’articolo 4 del protocollo di Palermo (2000) , adottato dalla convenzione delle Nazioni Unite e dalla Convenzione del Consiglio d’Europa sulla lotta contro la tratta di esseri umani. (2005)  Secondo la definizione, la tratta di esseri umani consiste in una combinazione di tre elementi di base.

  • l’azione di: “ reclutamento, trasporto, trasferimento, alloggio o accoglienza di persone”;
  • per mezzo : “della minaccia dell’uso o con l’uso della forza o di altre forme di coercizione, con il rapimento, con la frode, con l’inganno, con l’abuso di autorità o della condizione di vulnerabilità o con l’offerta o l’accettazione di pagamenti o vantaggi per ottenere il consenso di una persona che ha autorità su un’altra”.
  • Scopo: “a fini di sfruttamento. Lo sfruttamento comprende, come minimo, lo sfruttamento della prostituzione altrui o altre forme di sfruttamento sessuale, il lavoro o i servizi forzati, la schiavitù o pratiche simili alla schiavitù, la servitù o l’espianto di organi”.

Il reclutamento di una persona, (azione) con l’inganno, (mezzo) al fine dello sfruttamento della prostituzione. (scopo).

Per quanto riguarda il “trasporto”, si osserva che la Convenzione non richiede che ci sia un passaggio di frontiera perché questo sia da considerarsi elemento costitutivo della tratta di esseri umani.

I loverboy, non sono dei seduttori,  fanno credere alle vittime che otterranno un contratto di lavoro interessante, quando invece sono destinate ad essere sfruttate. Abusano di una condizione di vulnerabilità della vittima, una vulnerabilità  psicologica e affettiva, sociale ed economica.

In breve, si tratta di individuare l’insieme delle situazioni di estrema difficoltà che possono indurre un essere umano ad accettare di essere sfruttato, con la speranza di  migliorare la propria condizione personale  e della famiglia.

Tutto questo in Germania è proibito solo se la ragazza è minorenne o ha meno di 21 anni.

Oltre i 21 anni è sempre considerata “prostituzione volontaria”, a meno che non vi siano lesioni fisiche.

Esempio tipico in base ad alcune testimonianze.

Azione: Reclutamento, avvicinare una o più ragazze.

Mezzo: In base alle aspirazioni o ai titoli della ragazza, promettere impieghi nelle “grandi multinazionali”o nei “grandi magazzini” o ristoranti,  con promesse e speranze di enormi stipendi.

Scopo: Appena arrivate a destinazione, le ragazze si rendono conto dell’inganno, ma ormai è tardi, si trovano sole in un appartamento in città che non conoscono, con una lingua che spesso non conoscono, ma soprattutto con un enorme debito; quello del trasporto. Debito che hanno maturato con il “loverboy”, in genere si aggira intorno ai 75 mila euro, cifra enorme per queste ragazze e non solo.  Per ripagare il debito le viene proposto di lavorare in un “bordello”. Va considerato che alla già precedente condizione di vulnerabilità, va aggiunta una nuova vulnerabilità emotiva, quella della vergogna, del disagio emotivo di essere state così facilmente raggirate. Accettano di lavorare in un bordello, anche con la speranza di mandare qualche soldo a casa e  di non far sapere della propria condizione.

Non tutte acconsentono, quelle che non accettano, subiscono, minacce,  torture e stupri di gruppo, ma sempre molto attenti a non lasciare segni fisici.

Metodo classico; le viene messo un cappuccio in testa, mentre uno la tiene ferma con il cappuccio stretto al collo, un altro le versa dell’acqua fredda sulla testa una o più volte, fino a quando non si “ammorbidisce”, per essere poi spogliata e stuprata.

Premessa necessaria:

United Tribuns

United Tribuns

Negli ultimi anni in Germania; Austria e Svizzera, ci sono state delle sanguinose guerre di territorio tra bande di motociclisti rivali e bande di strada, per il controllo di varie attività criminali: Usura, estorsione, droga e soprattutto prostituzione.

Vediamo le più importanti di queste bande:

Hells Angels; Il più importante spesso al centro dell’indagini di polizia e di arresti. L’attività degli Hells Angels includono: prostituzione legale , servizi di sicurezza e di recupero crediti.

Possedere una Harley Davidson è un prerequisito per l’appartenenza degli Hells Angels.

Spesso fanno dei grandi raduni come dimostrazione di forza.

Vedere qui e qui.

Hells Angels, servizio di sicurezza ad avvocati e manager dei bordelli, di Zurigo.

Hells Angels, servizio di sicurezza ad avvocati e manager dei bordelli, di Zurigo.

Black Jackets; Sono una banda di strada, proveniente dai balcani, gran parte bosniaci, ma Il corpo principale è stato reclutato dall’ Hooligans delle varie squadre di calcio della bundesliga .  Controllavano il business della cocaina, perso dopo le brutali e sanguinose spedizioni punitive ad opera degli Hells Angels, la più famosa quella avvenuta in una palestra di Zurigo nel 2013.

Vedere qui.

United Tribuns: Banda di strada che ha sostituito come importanza i Black Jackets, fondata nel 2004 da l’ex pugile bosniaco Almir Culum, chiamato Boki, Contro di lui c’è un mandato di arresto internazionale,  accusato di: prostituzione forzata, traffico di esseri umani, sfruttamento della prostituzione ed evasione fiscale. È fuggito in Bosnia.  La banda è costituita da immigrati dell’ex Jugoslavia, e  Hooligans. La loro attività va dagli stupefacenti alla prostituzione. Gli United Tribuns, sono attualmente coinvolti in Germania in una violenta faida con i curdi di Sondame. Vedi qui e qui.

Boki e Neco.  Almir Culum, chiamato Boki, ( a destra) fondatore dei United Tribuns,  l’incontro con Neco, (Alla sinistra) presidente dei Hells Angels turco.

Boki e Neco. Almir Culum, chiamato Boki, ( a destra) fondatore dei United Tribuns, l’incontro con Neco, (Alla sinistra) presidente dei Hells Angels turco.

Sadoo Severovic. Nuovo reggente dei  United Tribuns

Sadoo Severovic. Nuovo reggente dei United Tribuns

Sondame: (“giuramento” in curdo) Sono comparsi di recente soprattutto a Basilea, Zurigo e in Baviera. All’origine della faida, tra United Tribuns e Sondame, pare che sia dovuto a disaccordi sulla divisione del mercato dei buttafuori, nei “bordelli” e sui “terreni di pascolo”. ( ne parlerò in seguito).

Satudarah: Fondato ne 1990 da immigrati indonesiani.  Gestiscono il mercato della droga e prostituzione; operano con il consenso degli Hells Angels.

Satudarah

Satudarah

Outlaws MC: (  i banditi.) Banda di motociclisti, sono stati tradizionalmente in contrasto con Hells Angels, che ha portato  anche a scontri mortali.  Dal 2011 sono venuti a patti con i Hells Angels.  Vedere qui.

Outlaws MC

Outlaws MC

Gli scontri tra bande di motociclisti, hanno inizio nel 2003, a  Brema,  per il controllo dei quartieri a “luce rossa,” quando i “Hells Angels”, attaccato con coltelli e mazze da baseball un ristorante controllato dai “Outlaws MC”.

Come risposta gli “Outlaws MC”, gettano una bomba a mano in un ristorante controllato dai “Hells Angels”:  Solo danni, nessuna vittima.

All’interno di ogni organizzazione, vi sono delle continue faide per il controllo dell’organizzazione stessa, queste avvengono soprattutto, ogni qualvolta che un’esponente importante viene arrestato. Poi vi sono lotte tra la “vecchia guardia” e le “nuove generazioni”, che rendono il mondo di queste bande molto fluido e complicato.

Terreno di pascolo.

Per terreno di pascolo, intendono quelle aree, dove fare razzia, “conquiste”, di ragazze da destinare al mercato Tedesco, Austriaco, Svizzero, Danese e Olandese.

Gli United Tribuns e i Sondame si contendono tutta l’area dell’ex Jugoslavia, Albania, Turchia, Macedonia, Romania, e Bulgaria.

Outlaws MC e Hells Angels, dal 2011 si dividono il “pasolo” Russo, Repubblica Ceca, Slovacchia, Polonia,  Biello Russia, Ucraina, Ungheria, Lituania, Estonia e Bulgaria e Romania in contrasto con i United Tribuns.

Alcuni fatti.

Augusta 2009, due uomini sono stati condannati a pene detentive per traffico di esseri umani e sfruttamento della prostituzione.   Le ragazze all’epoca dei fatti avevano meno di 21 anni.  Ai sensi della legge sulla prostituzione, in vigore dal 2002 in Germania, oltre i 21 anni, sono considerate prostitute “volontarie”  perché lo stanno facendo “per amore”.  L’ indagini della polizia, scoprono che queste due ragazze avevano lavorato al “Paradise” di Stoccarda  proprietario  Jürgen Rudloff.

Questi due uomini appartenevano  all’ United Tribuns, e che tutte le ex fidanzate di questi due uomini finivano nella prostituzione e nel lavorare nei megabordelli di  Jürgen Rudloff.

Nel 2011, Jürgen Rudloff, viene intercettato e fotografato dalla polizia, a Maiorca in compagnia di esponenti dei “Hells Angels”. Uno di loro era Khalil Y. (33 anni)  è considerato il braccio destro di  Frank Hanebuth , in carcere in attesa di giudizio. È accusato di prostituzione forzata e maltrattamento delle donne. Questo incontro doveva rimanere segreto: Secondo fascicoli d’indagine, è stato pagato il viaggio, noleggio auto e hotel , per Rudloff e la sua compagna. Vedere qui .

Frank Hanebuth, mentre viene arrestato per prostituzione forzata e maltrattamento delle donne.

Frank Hanebuth, mentre viene arrestato per prostituzione forzata e maltrattamento delle donne.

Nel 2012, viene  trovata, per strada, in fin di vita, una ragazza di 28 anni, massacrata di botte. La vittima identifica gli aggressori come membri degli United Tribuns. La ragazza è un’ex prostituta che ha lavorato al “Paradise” di Stoccarda. Gli aggressori sono condannati per tentato omicidio.

Nel 2014, la notte tra domenica 30 novembre e lunedì 1 dicembre, 900 agenti di polizia sono impegnati in una grande operazione, nella perquisizione del “Paradise”, nei quattro grandi bordelli di Stoccarda, a Francoforte, a Saarbrücken e Graz in Austria. Inoltre sono interessati cinque locali commerciali, 28 appartamenti e 14 veicoli, immatricolati in sei stati diversi: in Germania, Austria, Bosnia , Romania, Slovenia e Repubblica Ceca.

Le accuse: sospetto di tratta a scopo di sfruttamento sessuale, sfruttamento della prostituzione e frode commerciale.

Ci sono 15 imputati, tra i quali il proprietario, Jürgen Rudloff, il manager e  l’addetto stampa del “Paradise” di Stoccarda. Il presidente della “Federazione dell’industria erotica tedesca” di Stoccarda. Ed esponenti della “United Tribuns” .

Per la cronaca dei fatti vedere: qui;qui e qui.

Il processo è previsto entro la fine dell’anno.

Mastro Lindo.

Jürgen Rudloff

Jürgen Rudloff

Ma chi è Jürgen Rudloff ?

Sessant’anni, re dei bordelli Tedeschi:  Oltre al più grande bordello d’Europa a Stoccarda, il “Paradaise” e uno a Francoforte;  Graz in Austria e Saarbrücken, sul confine con la Francia per intercettare i clienti francesi, un megabordello di 4500 metri quadri, trenta camere e 50 prostitute.   Finora, il suo impero si sta espandendo.  Entro la fine dell’anno  ne aprirà uno sull’isola di Sylt, al nord della Germania, luogo della villeggiatura dell’alta borghesia tedesca. Vedi qui.

A differenza del tradizionale metodo, proibito, ma molto diffuso, in cui le prostitute devono dare una percentuale dei loro ricavi. Il modello Rudloff, consiste nel far pagare alle prostitute tra i 60 e i 79 euro a ingresso, per il giorno,( dopo la mezzanotte costa il doppio,) più 25 di tasse più 25 per il pernottamento,  dal momento che la maggior parte delle ragazze non abitano sul luogo. In pratica iniziano il lavoro con un debito con il proprietario del bordello, che in media si aggira tra i 150 e i 300 euro al giorno, in più va aggiunto il debito con il protettore. (loverboy)

Nella prostituzione, o meglio, il “capitalismo del sesso”, è tutt’altro che redditizio per la maggior parte delle donne e delle ragazze che lavorano nei bordelli tedeschi e molto redditizio, al contrario, per i loro proprietari e protettori.

Jürgen Rudloff, viene spesso coinvolto in indagini sulla tratta ma ne esce fuori sempre più pulito di prima, per questo è chiamato “Mastro Lindo.”

Questi sono i punti di forza della difesa di Jürgen Rudloff.

-“Queste sono tutte insinuazioni”.

– “è solo questione di tempo e tutto si risolve.”

– “Le ragazze sono registrate e i loro dati denunciati alle autorità. Sono le autorità  che devono controllare l’origine delle ragazze, non io.”

Di fronte a un pubblico televisivo di milioni di persone, ha detto più volte che non aveva niente a che fare con la tratta di esseri umani e la prostituzione coatta. Mentre dichiarava : “Liberiamo la prostituzione  dall’ immagine scadente del crimine“. L’addetto stampa del “Paradise” di Saarbrücken, è fermato in Romania per sospetto traffico di esseri umani.

Fine prima parte.

PS: Per combattere il reato di  ricettazione, è previsto “l’incauto acquisto”,  Art.712 del cp.per chi acquista o vende merce di origine dolosa, punibile con sei mesi di carcere anche chi acquista o vende e non è a conoscenza dell’origine della merce, appunto incauto acquisto. Mi chiedo; se questo articolo, viene considerato indispensabile per combattere la ricettazione, ed è presente in tutti i codici penali, non si capisce perché non può essere attuato quando si parla di prostituzione.

Per altre informazioni e successivi approfondimenti, sulle bande dei motociclisti:

https://lpiersantelli.wordpress.com/2013/10/27/le-bande-di-motociclisti-la-nuova-manodopera-al-soldo-della-mafia/

http://blog.zingarate.com/berlino/la-mafia-in-germania-gira-in-moto-con-i-giubbotti-di-pelle.html

http://www.ilmitte.com/berlino-gang-arresti/

Per altre informazioni e successivi approfondimenti, sulla prostituzione in Germania:

http://infosullaprostituzione.blogspot.it/2014/09/in-che-modo-il-governo-tedesco-sostiene.html

http://infosullaprostituzione.blogspot.it/2014/05/perche-la-riapertura-delle-case-chiuse_2205.html

http://infosullaprostituzione.blogspot.it/2014/09/violenze-in-germania.html

http://consumabili.blogspot.it/2013/07/la-germania-e-i-diritti-dei-magnaccia.html

http://resistenzafemminista.noblogs.org/il-grande-assente/

http://resistenzafemminista.noblogs.org/schiave_del_potere/

http://www.massimolizzi.it/2013/07/06/germania-bordello-deuropa/

http://www.massimolizzi.it/2014/05/03/prostg-schiavitu-sotto-il-controllo-dello-stato/

http://www.massimolizzi.it/2014/02/17/i-miti-sulla-regolamentazione-della-prostituzione/

http://www.massimolizzi.it/2013/11/21/prostituzione-uno-scandalo-tedesco/

http://www.massimolizzi.it/2013/11/14/la-tratta-esiste-ed-e-indipendente-dalle-politiche-migratorie/

https://ilricciocornoschiattoso.wordpress.com/2015/04/16/ne-ho-le-scatole-piene/

https://ilricciocornoschiattoso.wordpress.com/2015/03/02/se-pensate-che-la-legalizzazione-rendera-sicura-la-prostituzione-guardate-cosa-accade-nei-mega-bordelli-tedeschi/

https://ilricciocornoschiattoso.wordpress.com/2015/02/03/scienziati-per-un-mondo-senza-prostituzione/

https://ilricciocornoschiattoso.wordpress.com/2013/01/19/che-bello-lavorare-in-un-fkk/

http://blog.iodonna.it/marina-terragni/2015/04/14/parla-greta-ex-prostituta-ormai-sono-quasi-tutte-schiave-e-in-germania-la-legalizzazione-ha-fallito/

http://www.ioacquaesapone.it/articolo.php?id=1663

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Prostituzione. Contrassegna il permalink.

9 risposte a Loverboy. ( il sottobosco, della prostituzione in Germania. )

  1. In ambito di prostituzione tra soggetti maggiorenni, mi domando il motivo per il quale a cadere vittime della tratta di persone a sfondo sessuale debbano essere sempre le donne straniere, mentre quelle italiane ne debbano essere quasi esenti, sia in Italia, sia all’estero ed il motivo per il quale i marciapiedi del sesso a pagamento si svuotano durante le vacanze natalizie e pasquali. Per non dire di osservare le relative professioniste con un telefonino in mano ed anche con un’autovettura a disposizione. La risposta è quella che la schiavitù del sesso a pagamento non è molto diffusa.
    Difatti, il Muro di Berlino è caduto 26 anni fa e non altrettanti mesi orsono, come qualcuno vuole far credere ancora!

    • IDA ha detto:

      Fai affermazioni senza avere riscontri. in Italia, le straniere vittime di tratta, sono poco più del 50% L’italiane sono la maggioranza, poi ci sono le rumene le nigeriane e l’albanesi.. Come in Italia ci sono dai 4 ai 6 mila minori nella prostituzione, di cui il 90% sono bambine e quasi tutte italiane e per clienti uomini. http://www.havocscope.com/tag/prostitution/
      Quella delle vacanze di Pasqua e Natale è surreale, forse non ci sono perchè non ci sono clienti? Può essere una risposta. Perchè chi lavora per Pascqua e Natale, sono schiave? Gli sfruttatori non sono mica cretini.. vedi in Germania, le poche registrate non sono prostitute libere, ma obbligate dai protettori a registrarsi per evitare controlli.. Raramente la prostituta “libera” è in strada e mai nei bordelli, la trovi in alberghi ed appartamenti..

      • I miei riscontri sono le notizie, che sono quasi assenti di donne italiane ridotte in schiavitù. Avremmo dovuto avere questi riscontri, visto che il bigottismo sembra dominare in questo Stato.
        Non si deve confondere la prostituzione con la schiavitù.
        I clienti sono fin troppo presenti in questi periodi di svuotamento, i quali iniziano almento 10 giorni prima e sono presenti altrettanti giorni dopo le relative feste. In più, se fossi uno schiavizzatore lascerei ugualmente le mie sfruttate al lavoro, visto che è sempre meglio di nulla. Inoltre, questa carenza di meretrici si registra anche nelle località di villeggiatura.
        Inoltre, al chiuso è più facile controllare una lavoratrice del sesso, rispetto alla strada, sulle quali incredibilimente si notano anche con un telefonino in mano ed un’autovettura a disposizione.
        Come vedi i riscontri in merito sono ben troppo evidenti e solo chi soffre di meretriciofobia non può avvalorarli.

  2. Giustamente, l’articolo 712 del Codice Penale può essere applicato solo se si hanno cose materiali, non prestazioni lavorative ed anche se si hanno concrete condizioni, che possano far dubitare degli illeciti relativi. Giustamente, se si prende una donna per strada e non si nota nessuno che la controlla, non si può essere certi che essa stessa sia ridotta in schiavitù ed il tutto a prescindere dal fatto di richiamare in merito all’articolo suddetto la merce e non la prestazione di servizio come quella del sesso a pagamento.

    • IDA ha detto:

      Non paghi la prestazione, paghi il consenso.. la prostituta non è soggetto, ma oggetto.

      • Allora comprerei il consenso di qualsiasi lavoratore e lui stesso sarebbe un oggetto, quando questo non vuole lavorare gratis! Tale affermazione è completamente priva di fondamento logico. Difatti, il consenso viene concesso volontariamente ed è un tipo d’orientamento sessuale, nel quale esiste un’interazione attiva di un soggetto e non passiva di un oggetto.
        Come vedi è facile smentire queste assurdità meretriciofobiche.

      • Per non dire che la prostituzione remunerata è sesso a basso costo, rispetto a quella non remunerata, che si tende a confondere con il vero amore, il quale non si può comprare. Per questo motivo esiste anche la fobia della prima, rivelata da molte donne, che soffrono la concorrenza sleale.
        Come puoi vedere il consenso è spesso comprato e se esiste interazione non si ha alcun oggetto, ma soggetti in merito.

      • IDA ha detto:

        Continui a ripetere le stesse cose, che sono opinioni scollegate dai fatti, se il presupposto è falso, la logica serve a poco, solo a far apparire presumibile quello che non è. Parli di interazione, e la dai per scontato, ma non può esserlo perchè il rapporto non è paritario. Io parlo di fatti di cronaca legati alla prostituzione, te parli di astrazioni teoriche. Dov’è la coerenza con i fatti in quello che dici? Basta! Mi sono stancata a sentire questi discorsi….

  3. Dove sono finiti i miei commenti?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...