John Renbourn

Oggi, 23 aprile 2015, ho appreso la notizia della morte di John Renbourn,  avvenuta il 26 marzo 2015.

Anche se è venuto spesso a suonare in Italia, è poco conosciuto dal pubblico italiano.  Io lo ricordo per la prima volta, ai primi anni 80, a Fiesole, erano i tempi di “Enchanted Garden”.

Il mondo è un po’ più povero, se n’è andato, un altro grande maestro.

Le monete, il bastone, il portachiavi,

la pronta serratura, i tardi appunti

che non potranno leggere i miei scarsi

giorni, le carte da giunco e gli scacchi,

un libro e tra le pagine appassita

la viola, monumento d’una sera

di certo inobliabile e obliata,

il rosso specchio a occidente in cui arde

illusoria un’aurora. Quante cose,

atlanti, lime, soglie, coppe, chiodi,

ci servono come taciti schiavi,

senza sguardo, stranamente segrete!

Dureranno piú in là del nostro oblio;

non sapran mai che ce ne siamo andati.

 (Jorge Luis Borges)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Musica. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...