La Falena Zingara

Falena Zingara (Lymantria_dispar) femmina in alto-maschio in basso.

Falena Zingara (Lymantria_dispar) femmina in alto-maschio in basso.

Nei post precedenti ho parlato del rapporto della pornografia con l’erotismo e l’osceno, in questo parlerò della dipendenza dalla pornografia.

Per descrivere la dipendenza dalla pornografia, molti citano la storia della Falena Zingara.

La Falena Zingara fu importata in America per la produzione della seta, ma l’esperimento andò male, fuggi e infestò intere foreste. Fino a quando gli scienziati hanno osservato che la Falena Zingara maschio, seguiva la femmina tramite il suo odore per accoppiarsi. Questo profumo è chiamato “feromone”. La falena zingara è stato il primo insetto ad essere controllato mediante l’uso di feromoni.

La lotta biologica, con il feromone,  per mantenere sotto controllo la popolazione di alcuni insetti  dannosi alle coltivazioni, si attua in due modi:

Per via aerea, dove i maschi vengono confusi e non riescono a trovare la femmina.

Con scatole- trappole, dove i maschi vengono richiamati all’interno, convinti di passare una piacevole serata e invece ci trovano la morte.

La pornografia è un ferormone visivo.

Le uniche controversie scientifiche, sulla pornografia,  sono:  se classificarla come  “abuso” o “dipendenza”.

Alcuni sostengono che non sia comparabile alle dipendenze da sostanze, perché la pornografia non è una droga chimica, quindi non è una vera e propria dipendenza ma un abuso una compulsione.

Per altri; la pornografia è una droga perchè produce una trappola neurochimica di dipendenza,  la persona deve agire secondo la dipendenza cioè aumentando la dopamina a livelli sufficienti solo per sentirsi normale.

Nel caso di dipendenza da stupefacenti, la persona dipendente  deve aumentare la quantità  del farmaco per ottenere il medesimo picco. Nella dipendenza da pornografia, immagini sempre più scioccanti sono necessarie per stimolare la maggior produzione della dopamina, per questo ritengono che sia corretto usare il termine “dipendenza”.

Definizione:

La dipendenza dalla pornografia è una forma di compulsione caratterizzata da un abuso di visione di pornografia con o senza masturbazione, che comporta una diminuzione della qualità della propria vita personale o familiare.”( Wickipedia.)

“Consideriamo la dopamina. Questo prodotto chimico è un cugino stretto dell’adrenalina, i quali sono entrambi neurotrasmettitori eccitatori che dicono al cervello “Vai!” La dopamina è importante per le parti del nostro cervello che ci permettono di muoversi,e quando le parti del cervello che producono dopamina sono danneggiate, il risultato è la malattia di Parkinson. Per curare il Parkinson, i medici prescrivono la dopamina come un farmaco, ed essa aiuta il paziente a muoversi di nuovo. Quindi la dopamina è un farmaco soltanto se il laboratorio farmaceutico la produce,e non se il cervello produce la stessa sostanza chimica per lo stesso scopo? Certo, entrambi sono farmaci in ogni senso della parola, indipendentemente da dove essi vengono prodotti. Pertinente al nostro tema, accade che entrambi questi  farmaci del cervello sono molto importanti per la sessualità umana, e nella pornografia e nella dipendenza sessuale. La dopamina, oltre al suo ruolo nel movimento, è un neurotrasmettitore integrale, oppure droga cerebrale, nel sistema di piacere/ricompensa nel nostro cervello… […]E’ l’uso eccessivo del sistema di ricompensa della dopamina che provoca dipendenza. Quando le vie sono usate in modo compulsivo,si verifica una retrocessione che riduce in modo effettivo la quantità di dopamina nelle aree di piacere disponibili per l’uso ,e le stesse cellule dopaminergiche incominciano ad atrofizzarsi e ridursi. Le cellule ricompensa nel nucleo accumbens ora sono affamate di dopamina e vivono in uno stato di desiderio di essa, così come si verifica un  eclassamento  dei recettori della dopamina sulle cellule del piacere…[…]  I neurochirurghi hanno spesso trattato pazienti con danni al lobo frontale. In un incidente d’auto,per esempio,il cervello del conducente spesso decelera nel  retro della sua fronte all’interno del cranio, danneggiando i lobi frontali. I pazienti con danno del lobo frontale esibiscono una costellazione di comportamenti che noi chiamiamo sindrome del lobo frontale. In primo luogo, questi pazienti sono impulsivi, in quanto sconsideratamente impegnati in attività con pochi riguardi per le loro conseguenze. In secondo luogo, sono compulsivi; si fissano o si incentrano nei riguardi di determinati oggetti o comportamenti, e devono averli per forza, non importa quali. In terzo luogo, diventano emotivamente labili, ed hanno sbalzi di umore improvvisi ed imprevedibili. In quarto luogo, dimostrano scarsa capacità di giudizio. In questo modo l’ipofrontalità  corticale, od il restringimento dei lobi frontali, causa di questi quattro  comportamenti, possono derivare da un incidente d’auto o da una dipendenza.”

(Donald L. Hilton Jr.- How Pornography Drugs & Changes Your Brain)

Per il testo complete vedere qui.

11 milioni di dipendenti dal porno, nel 2010:

Sulle conseguenze della dipendenza o abuso dalla pornografia, per ulteriori informazioni vedere qui e qui.

Ambito sessuale:

Calo quasi assoluto del desiderio sessuale;  Semi-impotenza o impotenza totale all’atto con una donna reale; Masturbazione compulsiva prolungata e controllata.

Ambito sociale:

Isolamento e deterioramento delle relazioni sociali e familiari.

Ambito Personale e Cognitivo

Stress fisico; Diminuzione della memoria a breve termine e di sintesi;  Diminuzione delle abilità intellettive quali intuito, astrazione, sintesi, creatività. Diminuzione del rendimento lavorativo e scolastico, calo delle prestazioni fisiche e sportive; Aumento dell’ansia, senso di frustrazione, nervosismo e pessimismo; Intrattabilità e noia; Carenza di autostima, tristezza, malinconia, depressione, irrequietezza ed isolamento sociale; Snaturamento di relazioni sessuali dove la persona cerca di ricreare con il suo partner uno schema pornografico.

Alcuni dati:

Da Google digitando la parola “porn”  da 424 milioni di risultati. Digitando “XXX” da 527 milioni di risultati. Digitando “anal” 354 milioni e questo cambia di giorno in giorno perché ogni giorno, appaiono su internet, 266 siti porno ed ogni secondo più di trentamila persone guardano un filmato dal contenuto porno, di cui il 72% è uomo il 28% è donna.

Il 25% di tutte le richieste ai motori di ricerca è ti tipo pornografico e  il 35% di tutti i download è di natura pornografica.

I siti dal contenuto pornografico sono oltre trecento milioni, di cui 40 mila in lingua Italiana.

Nel 2006 il porno in rete ha generato negli Stati Uniti,   2,84 miliardi di dollari, 516 milioni di euro in Italia, e 97 miliardi di dollari il fatturato globale.

Nel 2010 il fatturato è stato: 7 miliardi di dollari negli Stati uniti, 1.5 miliardi di euro in Italia e 145 miliardi di dollari quello mondiale.

90% dei soggetti fra gli 8-16 anni  d’età,  hanno visto materiale pornografico online. L’età media della prima esposizione a materiale pornografico avviene all’età di 11 anni.

Il 6% degli utenti, usano la rete esclusivamente per il porno. Il 70% del traffico verso siti porno è generato in orario lavorativo (dalle 9 alle 17).

.Riferimento  dati  vedere qui, qui e qui,

Vedere anche:

http://ilricciocornoschiattoso.wordpress.com/2014/11/04/perche-notallporn-non-e-un-argomento/

http://ilricciocornoschiattoso.wordpress.com/2013/10/21/parliamo-un-po-di-porno/

http://www.massimolizzi.it/2014/11/08/pornografia-e-sessuofobia/

http://simonasforza.wordpress.com/2014/11/05/porno-violenza/

http://www.massimolizzi.it/2013/09/22/limpotenza-contrattuale-degli-attori-e-delle-attrici-hard/

http://www.massimolizzi.it/2013/08/01/la-pornografia-aumenta-la-violenza/

http://www.massimolizzi.it/2013/07/26/la-critica-alla-pornografia-non-e-una-questione-morale/

http://www.scribd.com/doc/93530445/Verita-sconvolgente-sulla-pornografia

.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Pornografia, sessismo. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...