Grande piano nazionale di fertilità.

famiglia-numerosa

 

“Già, i bambini. Devono tornare a nascere e serve educare alla maternità. Ho in testa una nuova sfida, un grande piano nazionale di fertilità. Il crollo demografico è un crollo non solo economico, ma anche sociale. È una decadenza che va frenata con politiche di comunicazione, di educazione e di scelte sanitarie. Bisogna dire con chiarezza che avere un figlio a trentacinque anni può essere un problema, bisogna prendere decisioni per aiutare la fertilità in questo Paese e io ci sto lavorando. Sia chiaro: nessun retropensiero e nessuno schema ideologico, ma dobbiamo affrontare il tema di un Paese dove non nascono i bambini.”

Questo è, l’ormai ben noto passo dell’intervista del ministro della sanità, Beatrice Lorenzin.

L’idea base qual è? Semplice allontanare le donne dal posto di lavoro, farle stare a casa, dipendenti da un marito o un padre, certamente non tutte, le privilegiate come la Lorenzin, si faranno la loro piccola “quota rosa”, le altre devono stare a casa a pensare ai figli e agli anziani, perché le tasse non si pagano per avere dei servizi, e lo stato non può essere assistenzialista.. Chi vi ha messo in testa queste strane Idee?  Asili nido?  Si risparmia anche sulla scuola, per le donne basta la scuola dell’obbligo, ed è un lusso;  per leggere il libretto d’istruzione del ferro da stiro o scrivere la lista della spesa non importa fare l’università.

La disoccupazione? Non è un problema, possono sempre emigrare, l’importante è fare figli, se sei povera ti verranno tolti dal tribunale dei minori e assegnati alle case famiglie a 200 euro il giorno, soldi pubblici naturalmente, sempre naturalmente case famiglia gestite da associazioni cattoliche.. Cosa ti importa, puoi sempre fare altri figli, per saturare l’offerta del mercato pedofilo, di cui il Vaticano garantisce un’alta domanda.. oppure per il mercato nero, degli organi..

E non dimenticare mai, nel caso in cui  lo stipendio del marito-padrone non bastasse, o se non ne hai uno,  puoi sempre passeggiare sui marciapiedi e l’amministrazione ti offre la luce dei lampioni gratis..

Per saperne di più e meglio:

http://simonasforza.wordpress.com/2014/04/02/macchine-o-galline-in-batteria/

http://paroladistrega.wordpress.com/2014/04/05/fatece-largo-che-passamo-noi/

http://paroladistrega.wordpress.com/2014/04/01/cara-ministra/

http://paroladistrega.wordpress.com/2014/04/03/la-ministra-e-le-donne-calabresi/

http://blog.iodonna.it/marina-terragni/2014/04/03/cara-ministra-lorenzin-sono-gli-uomini-a-dover-essere-educati-alla-maternita/

http://womenareurope.wordpress.com/2014/04/02/cara-lorenzin-non-siamo-macchine-per-la-riproduzione/

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Femminismo". Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...